da qui ↓ puoi aprire la tendina con informazioni aggiuntive e i link alle pagine dei luoghi

IMMAGINE DI UNA CITTA’ DI FONDAZIONE

La vicenda della fondazione di Predappio Nuova, che si snoda fra il 1925 e il 1942, contiene i principali temi della riflessione sull’architettura italiana dei primi decenni del Novecento: la pianificazione delle infrastrutture, i concorsi nazionali di architettura, la polemica tradizionalisti – razionalisti, la monumentalità.
Gli edifici firmati da alcuni dei più importanti architetti, protagonisti nell’Italia dell’epoca, quali Gustavo Giovannoni, Cesare Bazzani, Florestano di Fausto e Cesare Valle, oltre a quelli di non meno brillanti progettisti come Arnaldo Fuzzi ed Enrico De Angeli, costituiscono nella “città progettata” di Predappio la testimonianza di un vero e proprio museo urbano. Predappio Nuova appartiene, infatti, con proprie peculiarità, al gruppo delle città di fondazione che videro la luce durante il ventennio fascista; a differenza di altre, però, venne fondata con alcuni anni di anticipo ed i suoi edifici furono costruiti lungo un arco di tempo molto più ampio rispetto a città come Sabaudia.

 

 Audio-guida ITA

  Audioguide ENG

Scarica l’APP per interagire con il museo urbano di Predappio da questo Link

Utilizzando il sito, si acconsente all'utilizzo dei cookie su ww.visitpredappio.it maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi